1° Maggio. Nessuno deve rimanere indietro. Il lavoro centrale per la ripartenza

0
16

Così il segretario della Cisl Valle d’Aosta Jean Dondeynaz, da Verrès, dove in maniera inconsueta, nella mattina del 1° maggio, in solitaria si è celebrata la Festa dei Lavoratori

“Mai avrei immaginato un 1° maggio così. Nessun corteo, con il pensiero colmo di tristezza rivolto a chi non c’è più, a chi è in grande difficoltà, a tutte le lavoratrici ed i lavoratori del mondo della sanità, delle Forze dell’Ordine e a tutti coloro che, nell’ombra, aiutano gli altri. La fragilità odierna ci deve fare riflettere; ci deve portare ad investire su sanità, scuola, sicurezza. Insieme al mondo produttivo tutto devono seguire queste priorità. Come sindacato auspichiamo che nessuno rimanga indietro e che i provvedimenti economici messi in campo dal Governo, dalle Regioni dalle Amministrazioni, giungano il più rapidamente possibile alle persone, alle famiglie e alle aziende oggi in grande crisi e difficoltà. Il sindacato porterà in tutte le sedi opportune la centralità ed i valori del lavoro, affinché la comunità valdostana possa il più velocemente possibile riprendersi. Buon 1° maggio a tutti”.