Assemblea unitaria dei pensionati della Valle d’Aosta.

0
45

Lunedì 20 maggio a Brissogne si è svolta l’assemblea unitaria pubblica dei pensionati , Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp-Uil e Savt Retraités della Valle d’Aosta

Il segretario delle Fnp Cisl, Albanese Vincenzo in merito  al conguaglio sulla rivalutazione delle pensioni dichiara: “Lo avevamo denunciato da tempo e ora abbiamo la certezza. Dopo averli definiti avari il governo beffa ancora 5,5 milioni di pensionati riprendendosi i soldi che hanno avuto in più di rivalutazione nei mesi di gennaio, febbraio e marzo per un totale di 100 milioni di euro. Anche la valle d’Aosta vive una condizione per quanto riguarda i pensionati non diversa da quella di altri regioni. In un contesto regionale politico economico e sociale di forte difficoltà, in Valle d’Aosta che è in una crisi di sistema molto grave il cui rilancio non può essere affidato a provvedimenti tampone o a Governi che durano lo spazio di una notte. Occorre che i soggetti interessati al bene del nostro territorio  siano coinvolti, dalla parte politica alle parti sociali fino a quella  economica, affinché trovino soluzioni efficaci. Pena, un forte  arretramento delle condizioni dei cittadini. È evidente che la Valle d’Aosta in questi ultimi anni oltre all’instabilità politica che ha riflessi importanti sul tessuto socio economico.

 Il 1° giugno i pensionati saranno in migliaia alla manifestazione indetta dai Sindacati in piazza San Giovanni a Roma anche per denunciare questo ennesimo danno nei loro confronti”.