Cisl, Cgil e Uil chiedono un segnale a favore dei lavoratori

0
59

Le Segreterie regionali di CGIL – CISL – UIL, in questi giorni di drammatica emergenza sanitaria ed economica, esprimono un sentito ringraziamento a tutti gli operatori del comparto sanitario, alle forze dell’ordine, alla protezione civile e alle numerose altre realtà che, nell’ombra, stanno svolgendo il loro lavoro con dedizione, competenza ed abnegazione. Grande vicinanza e attenzione vogliamo riservare  alle fasce più deboli, gli anziani in primis, con particolare attenzione agli ospiti delle case di riposo.

Con questa nota congiunta non si vuole entrare nel merito delle questioni politiche del Governo regionale, che questa emergenza ha messo ancor più sotto pressione, piuttosto esternare con forza la nostra preoccupazione per il rischio di possibili ritardi negli interventi che saranno da adottare.

Al riguardo, non riteniamo che la soluzione a tutti i problemi siano i “pieni poteri”, piuttosto auspichiamo una tempestiva presa in carico dell’emergenza da parte dell’intero Consiglio regionale, di maggioranza/opposizione in egual modo, ovviamente con responsabilità differenti. In questo senso, non abbiamo ricette se non quella che da tempo siamo a rivendicare: rivedere nel suo complesso il sistema Valle d’Aosta a partire da una economia più a dimensione regionale, con particolare attenzione al territorio ed alla persona.

Ora però siamo in emergenza ed in questo contesto bisogna reagire concretamente giorno per giorno. I piani di rilancio economico-sociale sono molto complessi da progettare ed attuare soprattutto quando le priorità di sanità e del lavoro sono così pressanti.

Siamo passati da un’emergenza nella prima parte complessivamente sottovalutata, poi affrontata con le risorse umane a disposizione ma sempre, riteniamo, con grande attenzione alla nostra Regione. Proprio questa attenzione, adesso, deve essere riposta al mondo del lavoro che si aspetta da tutti noi, in tempi rapidissimi, l’approvazione e l’avvio degli accordi previsti dal Decreto “Cura Italia” sulla procedura della Cassa Integrazione in deroga. 

Al riguardo denunciamo che purtroppo ad oggi, a quasi dieci giorni dall’approvazione del D.L “Cura Italia”, nessun accordo si intravede all’orizzonte, mentre i lavoratori aspettano…….

Le scriventi OO.SS., sono quindi  a sollecitare un incontro urgente al fine di dare piena applicazione al d.l. n. 18 del 17 marzo 2020, per dare un primo vero segnale a favore di quei lavoratori che ad oggi non hanno nessun tipo di ammortizzatore sociale e si trovano nell’obbligo di astenersi dal lavoro, senza ricevere alcuna retribuzione.