CISL, CGIL e UIL – Lavoro congiunto per produrre un documento per la terza tranche di aiuti

0
18

Con due sedute, per garantire il dovuto distanziamento, una mattutina ed una pomeridiana, le segreterie regionali di CGIL, UIL e CISL, con tutte le categorie aderenti, si sono ritrovate per un proficuo e costruttivo incontro congiunto finalizzato ad analizzare la bozza del disegno di legge che l’Amministrazione regionale, con la terza tranche di aiuti, sta organizzando per garantire risorse per gli interventi collegati alla ripresa economica, con misure urgenti per contrastare gli effetti dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le tre organizzazioni confederali si sono riunite per predisporre un documento che sarà presentato alle commissioni regionali competenti.

Evidenziando il momento particolarmente delicato che porterà in dote decisioni importanti e impegnative che graveranno sul futuro, Cgil, Cisl e Uil, in maniera puntuale, hanno analizzato la bozza di articolato e, per ogni punto, hanno compiuto un’azione di analisi evidenziando quelli che sono i punti meritevoli di un miglioramento e di una più precisa esplicitazione, definendo i passaggi che troveranno spazio nel documento di sintesi che sarà presentato alle commissioni.

Si ravvisa uno sbilanciamento a favore delle imprese. Collegato a questo, la principale perplessità che si è evidenziata, praticamente in ogni settore, è collegata al fatto che, in maniera parallela per ogni aiuto pubblico a favore delle realtà imprenditoriali, non viene reso obbligatorio l’impegno di coloro che ricevono questi interventi di garantire il mantenimento occupazionale, con blocco dei licenziamenti e chiusura della Cassa Integrazione.

Nel documento in bozza si evidenzia inoltre la preoccupante assenza di attenzione verso le fasce più deboli,  ignorando le criticità collegate alla morosità involontaria, riguardo la quale è indispensabile prevedere delle risorse, altrimenti altissimi saranno i rischi a livello sociale.

Come proposta si potrebbe pensare di pensare ad un sistema in grado di prevedere una scossa pianificando risorse per investire sul territorio con temi di interesse pensando a un progetto che vada ad abbattere il costo del lavoro, con una fiscalità di vantaggio