CISL SCUOLA – In merito alla stabilizzazione dei docenti precari

0
23

La CISL Scuola è da sempre vicina ed attenta alle problematiche dei docenti precari. Anche in questi mesi in occasione dell’emanazione del concorso straordinario per titoli ed esami, per i docenti con tre o più anni di lavoro, si è impegnata in ogni modo per ottenere un concorso per soli titoli che avrebbe consentito la stabilizzazione del personale fin dal 1° settembre 2020.

Grazie alla collaborazione di alcuni senatori la Segreteria nazionale della CISL Scuola era riuscita a presentare degli specifici emendamenti che andavano in tale direzione. Purtroppo Renzi, l’inventore della “buona scuola”, e il movimento 5stelle, ossessionati da un’imbarazzante meritocrazia, ne hanno impedito l’approvazione, vanificando così ogni sforzo messo in campo dal sindacato.

La CISL Scuola nel perseguire le proprie rivendicazioni cerca di mantenere unita l’intera categoria senza creare dannose contrapposizioni fra docenti precari e docenti di ruolo, fra docenti ed ATA, fra docenti, ATA ed educatori che indeboliscono inesorabilmente il sindacato. Proprio per questo evita di promuovere comitati di singoli settori e gruppi di lavoratori che potrebbero favorire inopportune contrapposizioni fra lavoratori dello stesso comparto contrattuale.