Nel tardo pomeriggio mercoledì 2 novembre, sono cominciati a Palazzo regionale gli incontri con la Regione e le organizzazioni sindacali,  per l’illustrazione del lavoro di preparazione del Bilancio regionale 2017 e per il triennio 2017/2019.

 I  punti cardine della prossima programmazione finanziaria e degli interventi economici della Regione per il prossimo triennio, che ci sono stati presentati,  vanno dal mantenere una grande attenzione alla persona, con un incremento nella sanità e nel sociale,  con un aumento dei lus pari al 30%, con investimenti nello sviluppo economico per quanto attiene le attività produttive e con uno sforzo significativo degli interventi in agricoltura, settore nel quale la legge finanziaria vuole dare risposte alle questioni aperte (es. da 2 a 4 milioni di euro per le rassegne). Da 6 a 9 milioni di euro per la manutenzione strade e viabilità, con notevoli altri investimenti nel settore dei lavori pubblici come l’attuazione del piano sismico (scuole in primo piano) con 6 milioni di euro. Ancora investimenti importanti negli impianti di risalita e finanziamento dello studio per il futuro della ferrovia nel settore del turismo, mantenimento degli impegni e delle coperture finanziarie per gli interventi sui beni culturali e per il proseguimento della Buona scuola, così come stesso impegno dello scorso anno per gli Enti locali.

Il bilancio 2017 pareggia sulla cifra di 1 miliardo 80 milioni di euro, cifra di poco inferiore a quello dello scorso anno.

La nuova programmazione finanziaria sembra andare nella direzione auspicata con il passaggio da  finanziamenti a fondo perso ad un politica di investimenti. Bene anche l’attenzione posta alle piccole e medie imprese.

Gli incontri di oggi sono stati un solo primo momento di confronto che  proseguiranno nelle prossime settimane