le OO.SS Confederali e di Categoria del Pubblico Impiego, dei Forestali e degli Edili, hanno incontrato oggi pomeriggio il Presidente della Giunta Regionale in merito al DEFR, il documento economico-finanziario regionale, approvato dalla Giunta Regionale in data 30 settembre 2016, in relazione alla proposta contenuta nello stesso  di “Inquadramento nella Società regionale dei Servizi del personale oggi  assunto dalla Regione con contratti privatistici a tempo indeterminato”. 

Il Presidente ha illustrato alle OO.SS. presenti  la volontà politica del Governo  regionale di procedere nel 2017 all'esternalizzazione del personale a tempo indeterminato oggi gestito dall'Amministrazione Regionale con contratto privatistico, segnalando, per l'Amministrazione, l'impossibilità di mantenere la situazione in essere.

Le OO.SS. hanno espresso al Presidente tutte le loro perplessità e le difficoltà oggettive di percorrere la strada dell'esternalizzazione verso la "Società regionale dei Servizi" , trattandosi di personale a tempo indeterminato che contrattualmente gode di una continuità lavorativa e di diritti mai fino ad oggi messi in discussione.

Hanno segnalato al Presidente la necessità  improrogabile di un riordino dei settori   forestale, edile e dei servizi delle Poliche del Lavoro.

Le parti hanno convenuto di aprire un tavolo di corcertazione che possa garantire l'occupazione dei lavoratori  in servizio e trovare le modalità di tutela delle professionalità oggi presenti all'interno dei settori coinvolti, forestale, edile e dei Servizi per l'impiego e il mantenimento dei contratti in essere.

Le OO.SS. Confederali e di Categoria, appena in possesso della documentazione che sarà presentata dall'Amministrazione Regionale, convocheranno le assemblee del personale interessato  per affrontare insieme la problematica illustrata dal Presidente della Giunta e capire la reale portata delle proposte espresse nel documento economico-finanziario regionale 2017/19, al fine di concordare le azioni sindacali a difesa dei lavoratori.