24 agosto 2016- "Oggi il cuore ed il pensiero sono rivolti alle popolazioni del centro Italia colpite dal terribile sisma cui va la nostra vicinanza ed il sostegno concreto". E' il commento a caldo della Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan che sul suo profilo Twitter nell'esprimere il cordoglio e la solidarietà del sindacato alle regioni colpite stanotte dal sisma assicura piena collaborazione.

"E' una giornata molto triste, ancora una volta questo dramma si è abbattuto sul nostro Paese" ha dichiarato a margine del Meeting di Comunione e LIberazione in corso a Rimini. "Tutti assieme dobbiamo mobilitarci per aiutare a sostenere e costruire e stare vicino a queste persone. Credo innanzitutto che il pensiero debba andare agli italiani e alle italiane che hanno vissuto questa notte questa esperienza - ha aggiunto Furlan ricordando anche che "il tema serio è di come preserviamo il territorio, di come viviamo sul territorio, quale prevenzione dobbiamo fare scattare. Un tema che va ancora affrontato fino in fondo nel nostro Paese". 
Ma oggi "innanzitutto è la giornata della solidarietà, del sentirsi partecipi e di dare ognuno il proprio contributo. Come Cgil, Cisl e Uil siamo ovviamente in contatto con le nostre strutture locali - ha concluso - ci siamo già sentiti tra di noi per le varie iniziative di volontariato, di sostegno anche economico che possiamo attivare per contribuire a rialzarsi da questa terribile tragedia".

E in una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil  nell'esprimere "cordoglio alle famiglie delle vittime e solidarietà e vicinanza alle popolazioni dei molti comuni del Lazio, dell'Umbria, delle Marche e dell'Abruzzo colpite dal sisma". si dicono "pronte a collaborare con la Protezione civile e le strutture di coordinamento e soccorso per prestare assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto e affrontare il grave stato di emergenza". "Il nostro pensiero e ringraziamento - concludono - va anche a tutti coloro che in queste ore si stanno prodigando per prestare soccorso alle comunità dei territori colpiti".

Sui nostri canali social e sul sito www.cisl.it  vi informeremo puntualmente sull'organizzazione degli aiuti e sull'apporto che è possibile dare.

 

DOVE E COME AIUTARE: