SCUOLA: Più personale per superare l’impasse

0
283

Le organizzazioni sindacali scolastiche FLC CGIL, CISL SCUOLA, SAVT-ÉCOLE e SNALS della Valle d’Aosta, preso atto del dilagare dei provvedimenti di quarantena preventiva avvenuto negli ultimi giorni nell’istruzione primaria, in particolare presso l’istituzione “San Francesco” e il Convitto “Chabod”, ritengono urgente adottare misure più restrittive nella formazione dei gruppi assumendo, se del caso, più personale educativo e supplenti fin dal primo giorno di assenza dei titolari, affinché insegnanti ed educatori non siano costretti, nel caso di sostituzioni, a turnazioni in classi e gruppi di alunni diversi. Le sostituzioni degli insegnanti e degli educatori assenti, infatti, anche se non possono eliminare il problema del contagio, potrebbero certamente limitare il suo dilagare da una sezione all’altra della comunità scolastica.

Le Scriventi organizzazioni sindacali, inoltre, anche alla luce dell’incontro del 3 novembre scorso tra OO.SS. e l’Assessore regionale all’istruzione, in cui è stata dimostrata attenzione per la problematica, auspicano chemediante i tamponi rapidi si possa verificare con immediatezza l’eventuale contagio degli insegnanti e degli educatori, in modo da poterli riammettere quanto prima, se non effettivamente malati, alle proprie mansioni e alla loro vita quotidiana.

Ribadiscono, visto il progressivo aumento dei contagi, che è necessario dotare o permettere agli insegnanti di dotarsi di dispositivi di protezione più efficaci (mascherine FFP2 o FFP3) al fine di salvaguardare la loro salute e quella degli allievi.