Sindacati Sanità VdA: Personale sanitario troppo esposto, urgenti DPI più efficati

0
79

Il personale sanitario ribadisce  che, in questo momento  di emergenza / urgenza, la fornitura dei DPI (disposizioni di protezione individuali) risulta difficoltosa, inadeguata e insufficiente.

La protezione del personale si ripercuote anche sulla protezione dell’utente ricoverato. 

Ricordiamoci che tutto il personale è in questo momento la risorsa più importante e preziosa che abbiamo. 

Per protezione intendiamo anche la formazione adeguata e puntuale.

Le comunicazioni interne ai dipartimenti e alle strutture ospedaliere sono frenetiche e quindi di difficile comprensione. Anche l’organizzazione aziendale è riferita carente.

Visto l’evolversi della situazione chiediamo che  venga istituito un Team  Comunicazione, che gestisca con efficacia ed efficienza le direttive da seguire,  che informi in maniera schematica e in tempo reale tutti i dipendenti.

Le Organizzazioni Sindacali non concordano con le disposizioni ministeriali previste per operatori  sanitari entrati in contatto con pazienti positivi.  Chiediamo che venga applicata la misura della quarantena e che  vengano sottoposti a tampone di controllo. La sola sorveglianza sanitaria è inaccettabile, così come attendere lo sviluppo della sintomatologia per interrompere l’attività lavorativa. Ribadiamo e sollecitiamo, come già  richiesto durante l’incontro in Assessorato, in data 11 marzo c.m., un tavolo di confronto urgente con i vertici dell’azienda Ausl, cui a oggi non abbiamo avuto risposta. Il confronto si rende utile al fine di produrre un protocollo d’intesa ora più che mai necessario.

Le organizzazioni sindacali, RSU e RLS 

Fp Cgil -Pietro Trovero 

Cisl fp – Chiara Pasqualotto 

Nusing up – Claudio Delli Carri 

Savt Santé – Umberto Nigra/ Orietta Gasparella 

Uil fpl – Natale Dodaro/Paola Russo 

Per le RSU – Cristina Pivot 

Gli RLS