COVID – FNP CISL preoccupata per la salute degli anziani. Vogliamo sapere come procede la vaccinazione dei più fragili

0
72

La FNP/CISL, insieme alle altre OOSS dei pensionati, sia nazionali che regionali, si interrogano e chiedono risposte, perché abbiamo il diritto di sapere come saranno tutelati gli anziani.

Le notizie che leggiamo in questi giorni relativamente alla gestione della campagna vaccinale ci preoccupano. I sindacati dei pensionati in questi giorni stanno chiedendo a gran forza che non si perda tempo e che si faccia tutto il possibile affinché la luce in fondo al tunnel si faccia concreta.

Il piano vaccinale era appena partito e dopo qualche settimana e già da rivedere. Sono gli anziani, le persone più fragili, quelle maggiormente esposte ai maggiori rischi. Per questo vorremmo sapere quali sono i cronoprogrammi, anche quelli stabiliti prima dei ritardi già annunciati. Vogliamo sapere come procede questa prima fase che prevedeva la vaccinazione per i professionisti e per gli operatori del sistema sanitario regionale e delle strutture per gli anziani.

Nella riunione che si è tenuta la settimana scorsa con l’Assessore regionale alla sanità ci è stato detto che per la prima vaccinazione siamo a buon punto, ma per le altre due fasi la situazione non è ancora chiara su quando le dosi arriveranno in Valle d’Aosta, dato che le notizie che giungono da Roma annunciano ritardi notevoli.

In una regione come la nostra, con tante fragilità, dove i decessi dovuti al Covid hanno avuto un’incidenza fra le più alte d’Italia, rispetto la numero di abitanti, chiediamo di sapere come gli anziani saranno tutelati.